Skip to content

Microinterazioni e realtà aumentata: 2 trend su cui puntare nel 2020

Posted in Web

Microinterazioni, ma anche realtà aumentata. Nel ricco ventaglio di trend in corso di valutazione per il webdesign del 2020, abbiamo individuato questi due trend che ci sembrano molto interessanti da valutare. Per poterne sapere di più ne abbiamo anche parlato con uno dei leader nella realizzazione siti web Roma, e abbiamo voluto riassumere di seguito alcune delle considerazioni che ne abbiamo tratto!

Microinterazioni

Le microinterazioni sono un fenomeno relativamente nuovo nel mondo del webdesign. Si tratta di piccoli elementi di design. In realtà possono giocare un ruolo significativo nella creazione di siti web che siano maggiormente in grado di strizzare l’occhio alle sensazioni “umane” che deliziano il pubblico.

Insomma, sebbene da anni l’attenzione si sia concentrata sullo snellimento e sulla “templatizzazione” del web design, è molto probabile che nel 2020 una delle grandi cose che si inizieranno a vedere con maggiore insistenza saranno le microinterazioni. Ma cosa sono?

Difficile riassumerlo ma… possiamo fare qualche esempio. Uno dei più comuni lo osserviamo quando si carica un file e si preme il pulsante di invio: invece di attendere la conferma dell’operazione, possiamo vedere una barra di stato di caricamento passare dallo 0% al 100% gradualmente. Ebbene, questa è una microinterazione, delle più semplici. Ancora, quando si passa il mouse su una call to action e il colore cambia, o il pulsante diventa più grande, anche questa è una microinterazione.

In sintesi, le microinterazioni permettono all’utente di “sentire” cosa sta facendo. Danno maggiore vita a un sito e permettono all’utente di interagire a un livello tangibile e palpabile con esso. L’utente riceve un feedback immediato, una convalida emotiva.

A livello superficiale, le aggiunte delle microtransazioni non sembrano così significative. Ma in interi siti web, si aggiungono a esperienze coinvolgenti, trasformando funzioni generiche e banali in qualcosa di veramente memorabile. Tutto questo contribuisce notevolmente nel rendere un sito web user-friendly e migliora l’esperienza complessiva dell’utente .

Realtà aumentata

Il secondo elemento sul quale vale forse la pena scommettere è quello della realtà aumentata. La realtà aumentata è essenzialmente un mix di realtà e realtà virtuale, che permette di usare questa tecnologia in modo ampio e variegato.

Sia i negozi che i brand non commerciali sono in grado di implementare la realtà aumentata nei loro siti web permettendo ai clienti di “provare” virtualmente vestiti, gioielli, trucco e così via, o permettendo agli utenti di vedere come sarebbero i mobili nelle loro case o uffici prima dell’acquisto. Questo toglie un po’ di mistero all’acquisto online e permette ai consumatori di fare i loro acquisti con fiducia.

Man mano che il web design diventa sempre più mobile, la realtà aumentata diventa peraltro una possibilità molto più tangibile. Certo, ci sono ancora sfide molto importanti in questo settore. Diciamo che il meglio deve ancora venire!

Il tempo giusto per l’implementazione di questa tecnologia applicata ai siti web in grande stile e in massa si sta probabilmente avvicinando. Insomma, la realtà aumentata è certamente qualcosa di cui essere consapevoli per il futuro a breve termine del web design.

Seguici | Metti mi piace: