Andare in vacanza con animali domestici: introduzione

Gli animali domestici sono presenti in molte famiglie italiane. Da una recente ricerca risulta che cani e gatti sono presenti nel 40% delle famiglie e la metà di loro viene portata in vacanza, ma è necessario seguire alcune regole prima di partire e anche durante la vacanza, in modo da proteggere la salute e il benessere degli animali, assicurando alla famiglia un periodo di serenità e di relax.

Andare in vacanza con animali domestici: consigli per una vacanza senza problemi

Gli esperti del settore raccomandano ai proprietari di animali domestici di prestare molta attenzione alla scelta della struttura alberghiera. Prima della prenotazione, si deve verificare la distanza di sicurezza e le regole di accesso agli spazi comuni. Esistono hotel pet friendly in Italia, che sono consigliati quando ci si reca in vacanza con animali domestici e si possono reperire su internet o rivolgendosi alle agenzie di viaggio.
Se, invece, si prenota una casa privata, è bene accertarsi che vi sia spazio sufficiente per una serena convivenza con gli animali domestici come cani e gatti in particolare.

Si deve portare sempre il libretto delle vaccinazioni aggiornato e il certificato di buona salute e, se ci si reca in vacanza all’estero, anche il passaporto con le vaccinazioni in regola. Inoltre, per l’estero è obbligatorio il vaccino antirabbica, effettuato almeno un mese prima della partenza. Da tenere presente che in alcuni Stati vi sono anche altri obblighi e quindi si consiglia di prendere le dovute informazioni prima di partire, per evitare eventuali problemi all’arrivo a destinazione.

Un altro consiglio prima di partire per la vacanza è di informarsi se nel luogo prescelto vi sono rischi specifici come, per esempio, al mare la sabbia, l’acqua marina e il sole potrebbero causare delle patologie a livello cutaneo quali irritazioni e reazioni allergiche. Di conseguenza, si consiglia di non accorciare eccessivamente il pelo dei cani, in quanto il mantello funge da protezione non solo ai raggi UVA e UVB ma anche agli sbalzi di temperatura. Un’altra raccomandazione è di farsi consigliare dal veterinario prodotti per la difesa della cute contro i parassiti. A tal proposito, è buona norma fare una profilassi contro la filaria, un parassita presente in alcune regioni del nord e centro Italia. In commercio, vi sono dei prodotti molto validi per combattere i parassiti, ma prima di acquistarli è opportuno farsi consigliare dal veterinario di fiducia.

Non bisogna dimenticarsi di far eseguire un controllo al sistema cardiocircolatorio e allo stato della cute, al fine di verificare l’eventuale presenza di parassiti. Se l’animale è un cane e si viaggia in automobile è necessario rispettare gli obblighi previsti dalla legge: “tra la zona del guidatore e quella posteriore, o tra la zona posteriore e il bagagliaio, dove viaggia il cane, ci sia una griglia di separazione. Se il pet viaggia sul sedile posteriore, la pettorina va agganciata alla cintura di sicurezza. Nel caso in cui il pet sia di piccola taglia, o nel caso del gatto, può essere trasportato in un trasportino rigido o semi rigido da posizionare nel bagagliaio se opportunamente areato”. Inoltre, se il viaggio è lungo bisogna fermarsi ogni novanta minuti circa per far uscire il cane dall’auto e permettergli di muoversi e di dissetarsi.

Da tenere presente che durante le soste in autogrill o in altri luoghi pubblici, vige l’obbligo di tenere al guinzaglio il cane e di utilizzare la museruola, per qualsiasi taglia di animale, mentre i collari e la pettorina sono facoltativi. Prima di andare in vacanza con gli animali domestici, soprattutto se si tratta di cani o di gatti, è raccomandabile che il giorno precedente bevano in abbondanza e inoltre è buona regola non partire mai nelle ore calde della giornata, cercando di mantenere la temperatura climatizzata nell’abitacolo dell’auto.

Prima del viaggio, far bere moderatamente gli animali (cani e gatti) onde evitare nausea e vomito, tuttavia si possono chiedere al veterinario consigli in merito al mal d’auto, in quanto esistono dei prodotti molto validi contro la cinetosi. Nel beauty case si raccomanda di mettere alcuni prodotti utili per mantenere in buona salute il cane o il gatto come delle pomate lenitive e protettive per le parti più delicate, delle soluzioni fisiologiche per pulire le orecchie dalla terra o dalla sabbia, dei prodotti antidiarroici per eventuali postumi dello stress da viaggio. Ovviamente, è importante portare sempre nel beauty case palettine, sacchetti, ciotole per l’acqua, spazzole e pettini.

Per quanto riguarda l’alimentazione, dipende dalle abitudini: se l’animale in genere mangia cibo industriale non ci sono problemi, in quanto è reperibile in qualsiasi negozio specializzato e anche nella grande distribuzione, mentre se l’animale fosse abituato a cibi preparati in casa potrebbero sorgere delle difficoltà. Al limite, per il periodo delle vacanze dovrà adattarsi a mangiare cibo industriale, a meno che non si porti da casa una scorta di alimenti già preparati. In tal caso, è necessario fare attenzione alla loro conservazione.

Per andare in vacanza con animali domestici, infine, si raccomanda di seguire le normali regole di buona educazione per evitare di disturbare i vicini di casa o di stanza in albergo, ma anche durante le uscite con gli animali è importante fare in modo che non arrechino disturbo alla quiete pubblica e ricordarsi sempre di raccogliere le loro deiezioni.