La civiltà occidentale è stata la civiltà di maggior successo nel corso della storia. Le sue origini si basano su:

  • Antica Grecia
  • Impero Romano
  • Cristianesimo

In effetti, la cultura greca ha influenzato tutti e tre!

Impatto greco sulla civiltà occidentale

L’età classica della Grecia (VIII secolo a.C. – 146 a.C.) è stata caratterizzata dalla colonizzazione e dove la cultura e la lingua greca hanno dominato la maggior parte del Mediterraneo e del Medio Oriente. L’Iliade di Omero e l’Odissea furono le prime due più grandi epopee della letteratura mondiale scritte in questo periodo.

Durante l’età d’oro della Grecia nel V secolo a.C., si verificarono le più grandi conquiste artistiche, letterarie, architettoniche, scientifiche, filosofiche e sportive. Dopo l’età d’oro della Grecia, l’eredità di Alessandro Magno consegnata al mondo vive attraverso l’età ellenistica (dal 4 ° al 1 ° secolo a.C.). L’ambizione di Alessandro era di ellenizzare (fare di un non greco, un greco) il mondo, quindi durante questo periodo, la cultura e la lingua greca hanno dominato il Mediterraneo e il Medio Oriente.

Gerusalemme e Atene – Tradizione giudaico-cristiana – Gerusalemme

Il cristianesimo ha una continuità religiosa con il giudaismo, l’antica eredità spirituale degli ebrei. Questa cultura religiosa prende il nome dalla parola greca “Cristo” che significa “Unto” (con la benedizione di Dio). Sostanzialmente, i valori giudaico-cristiani hanno le loro radici nella Bibbia. È in Terra Santa che nasce la Chiesa paleocristiana, fondata dopo molte sofferenze e martirii. Qui molti cristiani furono picchiati, lapidati a morte, gettati ai leoni, torturati e crocifissi.

Logica e ragione – Atene

Atene rappresenta la ragione e la logica come espresse dai grandi filosofi greci Platone e Aristotele e da altri. La logica influenza le scelte e le decisioni di una persona che alla fine influenzano il suo stile di vita. La ragione è associata all’uso del proprio intelletto e quindi all’applicazione della logica basata su informazioni nuove o esistenti.

Impatto dell’ellenismo sul cristianesimo

I principali centri della prima cristianità sono stai i quattro di lingua greca in Oriente:

  • Gerusalemme
  • Antiochia
  • Alessandria
  • Costantinopoli (Bisanzio)
  • Roma era il centro di lingua latina in Occidente.

L’ellenismo e il giudaismo hanno formato la base del cristianesimo primitivo perché il greco era ancora la lingua internazionale del periodo greco-romano (332 a.C. – 395 d.C.). Il Nuovo Testamento è stato scritto in greco così come l’Antico Testamento è stato anche tradotto dall’ebraico al greco.

Il greco è stato usato per predicare il Vangelo di Cristo in tutto il successivo Impero Romano perché la metà orientale dell’Impero Romano era prevalentemente di lingua greca. Infatti, i nomi degli Apostoli sono stati ellenizzati e, generalmente, dati anche ai bambini greci di tutta la Giudea e della Diaspora (es. Andrea, Pietro, Paolo, Tommaso, Simone Filippo, Alessandro, Giasone).

San Luca Evangelista

Medico greco e storico cristiano, San Luca Evangelista, nacque nell’allora città greca di Antiochia. Dai lui proviene il Vangelo secondo Luca e il Libro degli Atti degli Apostoli. San Luca è stato anche il primo iconografo a dipingere l’immagine della nostra Beata Vergine Maria che tiene in braccio Gesù Bambino.

San Timoteo

Nato nella città licaone di Listra, San Timoteo, in Asia Minore da madre ebrea e padre greco, è un coautore di i 2 Corinzi, Filippesi, Colossesi, 1 Tessalonicesi, 2 Tessalonicesi e Filemone nella Sacra Bibbia.

Alessandria ellenistica

Alessandria era un centro di studi biblici dove fu commissionata la Settanta, che era la più antica versione greca dell’Antico Testamento. La Grande Biblioteca di Alessandria a quel tempo (la più grande nel mondo antico) e il suo Museo avevano studiosi come Euclide (matematico greco e “padre della geometria”) ed Eratostene (matematico greco, geografo e capo bibliotecario presso la Biblioteca di Alessandria) che avevano lavorato lì.

Antiochia ellenistica

Fu ad Antiochia che i gentili (non ebrei) furono battezzati per la prima volta nella chiesa cristiana e furono chiamati cristiani. San Paolo partì da Antiochia per il suo primo viaggio missionario per cristianizzare il mondo gentile (non ebreo). E fu ad Antiochia che fu scritto il Vangelo di Matteo.

Helene (c 249 – c 329)

Elena, la madre dell’imperatore romano, Costantino il Grande, nacque a Drepanon, Bitinia in Asia Minore da un’umile famiglia greca. Divenne Imperatrice dell’Impero Romano e Santa (anche suo figlio Costantino il Grande è venerato come santo) della Chiesa ortodossa. Ha sposato Costanzo I, imperatore romano dal 305 al 306 e fondatore della dinastia costantiniana.

Helene è stata la prima pellegrina cristiana in Terra Santa che ha costruito chiese sui luoghi della Natività di Cristo (a Betlemme) e dell’Ascensione (vicino a Gerusalemme) ed è venerata come la scopritrice della Croce su cui Gesù fu crocifisso.

Suo figlio Costantino, ha ribattezzato la città di Drepanon, in Asia Minore, luogo di nascita di sua madre, “Helenopolis” dopo la sua morte intorno al 330 per onorarla.

Costantinopoli

La biblica Asia Minore è stata il luogo di nascita di molti famosi santi greci che includevano San Nicola, San Giorgio, San Luca Evangelista, San Timoteo e San Basilio per citarne solo alcuni. San Paolo ebreo, nacque anche lui a Tarso, in Asia Minore.

L’imperatore romano Costantino il Grande stabilì la città greca di Bisanzio in Asia Minore, come seconda capitale dell’Impero Romano, l’11 maggio 330 d.C. Bisanzio, tuttavia, sarebbe diventato famoso come Costantinopoli e capitale del primo impero cristiano ortodosso, l’impero bizantino medievale.

Quando Roma cadde sotto gli invasori germanici, gli Ostrogoti nel 476 d.C., l’impero bizantino divenne noto come “l’Impero dei Greci”. La sua gente è stata greca, così come la loro lingua e cultura e si riferiscono a se stessi come elleni o graekos per preservare la loro antica eredità ellenica.

Seguici | Metti mi piace: