Skip to content

essere visibile nei motori di ricerca: 2 consigli utili

Posted in Web

Essere visibile nei motori di ricerca è un qualcosa che tutti rincorrono. Probabilmente, hai appena terminato di progettare il tuo sito web e vuoi capire come renderlo visibile all’interno delle SERP dei motori? Sei alle prime armi e non sai come passare al livello successivo con il tuo progetto web, per renderlo maggiormente visibile nelle classifiche di Google e gli altri motori di ricerca?

Ora, senti l’esigenza di

essere visibile nei motori di ricerca

ma sei ad un bivio:

  • Ti orienti verso una soluzione intelligente. Cerchi un professionista che possa supportare le tue azioni, un consulente web marketing che sappia indicarti la strada da percorrere.
  • Vuoi fare da solo. Intendi imparare delle tecniche che sappiano portare la giusta visibilità sito web.

 

Insomma, hai appena terminato la realizzazione sito web e vedi i tuoi sforzi vani perché non sai come procedere con le tue azioni di marketing. Il tuo sito web è già bello che pronto per ricevere del traffico utile, capace di trasformarsi in buone opportunità commerciali per la tua piccola azienda.

L’unico problema è che non riesci a comprendere a pieno perché nessuno può riuscire a trovare il tuo sito web all’interno degli indici di Google. Vuoi trovare il modo per ottenere un buon posizionamento nei principali motori di ricerca per far sì che gli utenti visitino il tuo sito web. Ma cosa puoi fare? Segui questi 2 semplici consigli ed i motori di ricerca sapranno riuscire a riconoscere il tuo sito in pochissimo tempo.

Questo che dirò adesso è uno degli aspetti più importanti di sempre.

Vuoi essere visibile nei motori di ricerca?

 

 

Consiglio 1: Scrivi un articolo che riflette il focus del tuo sito web

Dunque, anche se non ti senti sicuro di sapere abbastanza sulla scrittura per scrivere un articolo, non preoccuparti di essere perfetto. Scrivi di quello che sai. Crea un articolo con un range di parole tra le 500 – meglio 600 – e le 1000 parole.

Se riesci a fare di più, ben venga. Però, rendi la struttura del testo semplice da leggere e non pesante per il lettore. Inoltre, quando scrivi l’articolo, fornisci informazioni generali che chiunque pubblicherebbe volentieri sul loro sito come contenuto di valore.

Non cercare di vendere il tuo prodotto o servizio nell’articolo che scrivi. La questione è offrire valore, aiutare chi legge a risolvere una problematica. Quindi, in questo articolo non devi venderti a tutti costi, faresti un qualcosa di controproducente.

Ricorda, l’obiettivo dell’articolo è che tu riceva un link valido sul tuo sito web, non per fare una vendita. Infatti, se provi a fare una vendita nell’articolo, la maggior parte dei blogger non vorranno pubblicare il tuo articolo sul loro blog.

L’obiettivo principale della scrittura di articoli è quello di essere visibile, con il tuo articolo, al maggior numero di utenti. Per questo motivo, devi inserire i tuoi articoli su un numero notevole di siti web con un link che rimandi al tuo sito. Avere un buon posizionamento nei motori di ricerca, nel tempo, sarà il premio che Google ti renderà.

Allenati, scrivi regolarmente e vedrai in breve tempo ti appassionerai alla scrittura. Forse sei uno, oppure una, a cui piace scrivere. Allora il gioco è fatto! Impegnati nel creare il tuo piano editoriale e poi mettiti subito all’opera per dare il meglio di te stesso/a. So che puoi farcela, in bocca al lupo!

Consiglio 2: includi una frase chiave all’interno del tuo articolo

Se hai creato un buon articolo di informazioni generali, pertinente all’argomento del tuo sito web, ricordati sempre di inserire una frase chiave all’interno del suo contenuto. Tieni presente questo aspetto se vuoi raggiungere il tuo obiettivo di posizionamento.

Solitamente è considerato utile inserire una frase chiave che sappia indicare ai motori di ricerca come catalogare, indicizzare e posizionare il tuo articolo nelle loro SERP. Ovviamente, non cadere proprio su questo fattore.

Infatti, NON devi assolutamente riempire il tuo contenuto con la parola, o frase chiave, con cui intendi promuovere il contenuto da te scritto. Questa tecnica, ormai superata, andrebbe soltanto a creare un danno e non ti posizioneresti affatto. Dunque, usa la tua frase in modo consapevole ed intelligente.

Se proprio vuoi sapere quante volte devi inserire una tua keywords all’interno del testo prendi per buono questo rapporto: ogni ogni 400/500 parole, inserisci una, al massimo due parole chiave, non di più. Inoltre, scrivi la parola chiave anche all’interno del titolo.

Conclusione

In questo articolo ti abbiamo semplicemente offerto 2 consigli che possono aiutarti, nel breve e lungo periodo, ad essere visibile nei motori di ricerca come Google. Ovviamente, i 2 consigli offerti, sono soltanto la base dell’iceberg. Perciò, se vuoi davvero aumentare le tue possibilità di renderti visibile online, devi combinare delle azioni tecniche di SEO on-page e SEO off-page, utilizzandole sapientemente per non ottenere risultati poco soddisfacenti.

 

 

Seguici | Metti mi piace: