Skip to content

POS obbligatorio: sfruttarlo come strumento di marketing

Posted in Web

Ormai da alcuni anni il POS nei negozi italiani dovrebbe essere obbligatorio. Il congiuntivo è d’obbligo. Infatti, nonostante esista una norma che obbliga i negozianti e i lavoratori autonomi a consentire ai propri clienti il pagamento tramite POS, in realtà non esiste alcuna sanzione. Le sanzioni erano state introdotte, con la legge di bilancio per il 2020, si trattava di 30 euro, più il 4% della transazione negata; una multa decisamente poco “intimidente”, che è stata poi rapidamente eliminata. Ma obblighi a parte, esistono molteplici motivazioni per cui un negoziante, un locale, un professionista, dovrebbe permettere ai propri clienti di pagare il conto con il metodo che preferisce.

La centralità del cliente

Ormai da diversi anni gli esperti di gestione aziendale ci raccontano che al centro dell’attività di un qualsiasi imprenditore ci dovrebbe essere il cliente. Anche perché tutto ciò che si svolge in una qualsiasi impresa, lo si fa per il cliente. Consentire ai propri clienti di pagarci il conto come meglio credono si può di fatto trasformare in un comodo strumento di marketing.

Questo soprattutto oggi, visto che in Italia sono ancora moltissimi coloro che non hanno munito il proprio negozio, locale o attività di qualsivoglia genere, di un comodo mobile POS. Certo, a volte può essere comodo anche pagare in contanti, sono numerosi infatti i clienti che ancora oggi prediligono questo metodo di pagamento. Inoltre, proporre la possibilità di saldare il conto con una carta, di credito o di debito, è comunque un servizio aggiuntivo. In tal senso potresti essere apprezzato da tutti coloro che spesso si trovano sprovvisti di contante.

Una comodità in più

Proprio questo è il POS, un metodo ulteriore di pagamento, che si aggiunge alle classiche possibilità di pagare in contanti. Alcuni permettono di saldare il conto con una qualsiasi tipologia di pagamento, compresi i buoni spesa o i buoni pasto, anche di tipo elettronico. Anche questa opportunità si traduce in migliore servizio al cliente; anche in questo caso infatti non tutte le realtà commerciali italiane permettono l’utilizzo di questo metodo di pagamento. Consentirlo, renderebbe più attraenti rispetto ad altri locali, negozi o attività di vario genere.

I POS di nuova generazione

Si deve poi considerare che oggi le realtà che danno in comodato d’uso i POS possono offrire un servizio più completo. Potrebbero, infatti, offrire accessori molto più performanti rispetto a un tempo. A tal proposito sarebbe utile avere a disposizione anche i cosiddetti POS. Questi apparecchi accettano pagamenti tramite smartphone, quindi anche al di fuori della singola attività imprenditoriale. Si pensi ad esempio agli artigiani che operano al domicilio del cliente. Potrebbero, con comode App, consentire a qualsiasi cliente di saldare il conto, utilizzando una qualsiasi carta.

Per chi predilige invece i prodotti più classici, oggi anche i POS tradizionali, collegati al punto cassa interno a un locale commerciale, sono disponibili nelle versioni cordless, trasportabili ovunque e comodi da utilizzare. Anche se l’obbligo di avere un POS non è rafforzato da specifiche sanzioni, non averlo di sicuro ci mette in cattiva luce rispetto a una buona fetta di clienti, che sta diventando sempre più ampia con il passare del tempo.

Seguici | Metti mi piace: