Da sempre la donna vive nell’infinito dubbio di scegliere scarpe con o senza tacco. Si sa che le scarpe alte possiedono un certo fascino, ma è anche risaputo che non rappresentano il massimo del comfort rispetto, invece, a quelle basse. Moltissime donne amano i tacchi alti alla follia, ma spesso sono costrette a non considerarli per diversi motivi. Come scegliere, allora, le scarpe perfette da indossare? Meglio tacchi alti o bassi? Risolviamo il dubbio!

Tacchi alti o bassi: cosa scegliere

Le calzature vanno scelte secondo determinati parametri soggettivi da rispettare. Per prima cosa vi sono i gusti personali, quindi mai comprare scarpe il cui design non fa al caso proprio. In secondo luogo, vi è la comodità. Infatti, prima ancora di essere un tocco di stile, le scarpe servono per camminare al di fuori della propria abitazione, proteggendo il piede. Proprio per questo, il primo fattore a cui pensare quando si acquista un paio di scarpe è la comodità.

Quelle determinate scarpe devono essere portate per ore e non possono permetterci di sentire dolore continuo per intere giornate. Risulta necessario provarle e capire se il modo in cui calzano consente effettivamente il benessere del piede, anche dopo diverso tempo in cui vengono indossate. A questo punto, subentra il problema tacco: meglio basso o alto? Tutto dipende dalla propria fisionomia, dal proprio stile ma sicuramente anche dalla comodità.

La maggior parte delle volte, le scarpe con il tacco alto fungono esclusivamente da elementi di bellezza e, di conseguenza, si oscura il fattore benessere. Non si può evitare di dire che i tacchi alti siano affascinanti, seducenti ed estremamente eleganti. Quest’ultimi riescono a donare un prezioso tocco sofisticato all’outfit ma anche al piede di per sé. Ma conviene subito sfatare un altro mito: anche le scarpe basse possono essere eleganti. É vero, sicuramente non slanciano, però sono comunque molto raffinate.

Inoltre, bisogna proprio dirlo: sono comodissime! Le scarpe basse possono essere indossate tutto il giorno senza alcun problema, però non hanno lo stile specifico dei tacchi alti. Ricordarsi sempre che esistono anche i tacchi medi è una salvezza: sono incredibilmente raffinati e, allo stesso tempo, davvero comodi.

Gestire la propria altezza con quella dei tacchi

Le donne basse di statura dovrebbero avere nella propria scarpiera più tacchi alti che bassi. Infatti, le scarpe basse potrebbero generare un effetto ancora più compatto. Conviene sempre indossare calzature con un minimo di tacco. Al contrario, per le donne alte di statura, si consiglia di indossare scarpe basse o al massimo medie, altrimenti si risulterebbe esageratamente alte e stonerebbe moltissimo.

Comunque, ogni tanto ci vuole uno slancio, quindi le scarpe con tacco medio sono le ideali per qualsiasi situazione. Attenzione anche alla forma del tacco: che sia grosso o a spillo, anche questo fattore può incidere sul risultato finale e la comodità. Quello più spesso è indubbiamente una fantastica alternativa per indossare i tacchi garantendo un minimo di comfort.

Scarpe col tacco o scarpe basse: l’importante è non rinunciare mai

I tacchi bassi sono affascinanti esattamente come quelli alti, se perfettamente abbinati anche allo stile. Seguendo qualche semplice regola, riguardante specialmente la statura, si possono ottenere magnifici risultati senza far soffrire in maniera eccessiva i piedi. Si sa, comunque, che più i tacchi sono bassi, più è sopportabile indossarli durante il giorno senza alcun problema. Un negozio che possiede tutti i tipi di scarpe è Niky Shoes, dove vi sono le più belle novità, facilmente visibili se si clicca qui.